La storia di questa città bimillenaria, le cui radici furono all’inizio irrorate dal sangue del martire sant’Antonino, annunciatore tra voi del Vangelo, testimonia l’impegno di persone, che con pari intensità hanno sviluppato i germi dell’operosità e della fede, della fedeltà alla patria e dell’amore alla Chiesa.
Sotto il profilo umano e religioso, il vostro passato remoto e recente, ricco di santi e di cittadini illustri, dimostra che i principi del cattolicesimo fanno

parte del patrimonio storico del popolo piacentino.
Auspico che anche questa mia visita apostolica serva ad incrementare quell’umanesimo cristiano a cui si ispira l’agire della vostra gente. Nessuno s’accontenti di una religiosità fatta di esteriorità, di tradizioni e di pura osservanza, ma la riempia di vera fede cristiana, voluta e coerente.

Giovanni Paolo II°
il 4 giugno 1988
in piazza Cavalli